LA NUOVA BICI DI DAVIDE REBELLIN

Tags:

La parentesi primaverile riservata agli Under 23 ha portato una ventata di novità all'interno della Work Service Marchiol Vega: oltre alle buone prestazioni offerte dai ragazzi diretti da Mirco Lorenzetto, Biagio Conte ed Emilio Mistichelli nelle internazionali di Col San Martino e Villa di Cordignano, infatti, è entrato nel vivo il progetto di sviluppo pensato e realizzato in collaborazione con Davide Rebellin.

L'attenzione al dettaglio e l'esperienza di un grande campione come Davide Rebellin unite alla professionalità e al lavoro di ricerca tecnologica degli ingegneri Dynatek hanno portato alla nascita di Levius la bicicletta più leggera e performante della gamma Dynatek.

Un prodotto rivolto ad un pubblico esigente che fa della leggerezza e della performance i propri must irrinunciabili a cui Dynatek ha saputo abbinare uno stile accattivante ed inconfondibile tanto nelle forme sinuose quanto nei colori sgargianti.

La prima Levius prodotta è stata affidata a Davide Rebellin che, dopo i test già effettuati, la metterà alla prova in allenamento e in gara prima che la casa costruttrice padovana la inserisca a tutti gli effetti sul mercato.

"Si tratta di una bicicletta che si ispira alle grandi salite e che mira a innovare un segmento di mercato dove manca un vero e proprio punto di riferimento. I feedback offerti da Davide Rebellin sono stati fondamentali nella realizzazione di questo progetto e continueranno ad esserlo per garantire il massimo delle prestazioni ogni volta che si utilizza Levius" ha sottolineato Marco Cecchinato, performance manager di Dynatek.

"E' una bicicletta leggera, rigida al punto giusto che si sposa bene con qualsiasi movimento. Il peso limitato si percepisce tutto soprattutto in salita ma anche nei vari movimenti in pianura. Nonostante ciò, l'aerodinamica studiata appositamente per questo modello rende Levius stabile anche in discesa e nei tratti caratterizzati dal vento. Non vedo l'ora di tornare in gruppo per provarla anche in corsa" ha osservato Davide Rebellin che in questi giorni ha ripreso ad allenarsi su strada con regolarità dopo l'infortunio rimediato alla Settimana Coppi & Bartali.

In attesa di rivedere in gara Davide Rebellin con la sua nuova Levius, domenica, gli Under 23 della Work Service Marchiol Vega, saranno impegnati nella classica Vicenza-Bionde; successivamente, domenica 18 aprile, i giovani del team che unisce le esperienze sportive del gruppo Vega, della Us F. Coppi Gazzera Videa, della Marchiol e della Work Service saranno al via dell'internazionale Trofeo Città di San Vendemiano (Tv) e del Città di Meldola (Fc). Il 20 aprile sarà la volta della Strade Bianche di Romagna a cui seguirà il Giro di Romagna (22-25 aprile) e la M.O. Frare de Nardi di Vittorio Veneto (Tv) il 24 aprile che vedranno in gara anche gli Elite.

"Si tratta di una serie di gare di assoluto primo piano per la categoria Under 23, e in parte anche per gli Elite, che ci consentirà di dare spazio agli atleti più giovani della nostra rosa facendo acquisire loro maggior confidenza e brillantezza in vista degli appuntamenti principali del 2021" hanno sottolineato i tecnici Mirco Lorenzetto, Biagio Conte ed Emilio Mistichelli. "Come accaduto nel fine settimana di Pasqua, il nostro obiettivo resta quello di essere protagonisti su tutti i terreni e di raccogliere quei risultati di prestigio che solo un pizzico di sfortuna ci ha tolto nelle prime gare della stagione".

Fonte: https://www.tuttobicitech.it/article/2021/04/10/1618064411/dynatek-levius-work-service-davide-rebellin-marchiol-massimo-levorato

Torna alla News
TOP